Gravina in Puglia (BA)

 

TOTALE STRADE / VIE / PIAZZE / ETC.: 437
INTITOLATE A UOMINI: 230
INTITOLATE A DONNE: 16
CRITERI DI CLASSIFICAZIONE DELLE STRADE INTITOLATE A DONNE
Madonne (Immacolata, Beata Vergine, Santa Maria etc.): 4
Immacolata (piazza)
Madonna della Grazia(via)
Madonna della Stella (via)
Santa Maria La Nova(via)
Sante, beate, martiri  5
Santa Caterina da Siena(via)
Santa Cecilia(via)
Santa Lucia (calata)
Santa Lucia (via)
Santa Sofia (via)
Suore e benefattrici religiose, benemerite, fondatrici ordini religiosi e/o enti assistenziali-caritatevoli: 1
Suor Terribile Addolorata (via)
Benefattrici laiche, fondatrici enti assistenziali-caritatevoli: 1
Teresa Orsini (via)
Letterate / umaniste (scrittrici, poete, letterate, critiche, giornaliste, educatrici, pedagoghe, archeologhe, papirologhe...):

2
               
Elsa Morante (via)
Grazia Deledda (via)

Scienziate (matematiche, fisiche, astronome, geografe, naturaliste, biologhe, mediche, botaniche, zoologhe...): --
Donne dello spettacolo (attrici, cantanti, musiciste, ballerine, registe, scenografe...): --
Artiste (pittrici, scultrici, miniaturiste, fotografe, fumettiste...): --
Figure storiche e politiche (matrone romane, nobildonne, principesse, regine, patriote, combattenti della Resistenza, vittime della lotta politica / guerra / nazismo, politiche, sindacaliste, femministe...): 3
Anna Maria Marculli (via)
Regina Margherita(viale)
Rosa Brunetti (via)
Lavoratrici / imprenditrici / artigiane: --
Figure mitologiche o leggendarie, personaggi letterari: --
Atlete e sportive: --
Altro (nomi femminili non identificati; toponimi legati a tradizioni locali, ad es. via delle Convertite, via delle Canterine, via della Moretta, via delle Zoccolette; madri di personaggi illustri...): --

Fonte: Agenzia del Territorio (2012).

Elsa Morante
(1912-1985) : scrittrice;

Grazia Deledda (1876-1936): scrittrice, premio Nobel per la letteratura nel 1926;

Rosa Brunetti (1770-1881): protagonista degli avvenimenti politici del 1799. All'annunzio dell'arrivo del Cardinal Ruffo ad Altamura concorse con gli altri Giacobini di Gravina a fronteggiare la grave situazione dimostrando coraggio ed ardimento. Caduta prigioniera fu condotta nelle carceri di Napoli e condannata all'esilio a Marsiglia. Tornò a Gravina nel 1801 per il condono di Firenze, ma sostenitrice delle idee liberali, si iscrisse alla Vendita carbonara. Con la restaurazione fu di nuovo processata e condannata a morte;

Suor Terribile Addolorata (1869-1939): nata a Gravina, sposata a Michele Laddaga il 23 gennaio 1892, rimasta vedova e senza prole, all'età di 34 anni, si ripropone di abbracciare lo stato religioso; decisione, questa, che già prima del matrimonio aveva dovuto mettere da parte, perché figlia unica. Come primo membro della Congregazione delle Suore Missionarie del Sacro Costato la viene affidata la carica di Superiora generale. In seguito diventa maestra delle novizie e consigliera generale;

Teresa Orsini (1788-1829): nata a Gravina ducato della sua famiglia, da Domenico principe di Solofra e da Faustina Caracciolo dei principi della Torella, sposò il principe Luigi Andrea Doria Pamphili Landi (di Roma) ed ebbe quattro figli. Donna di carità impegnata nel sociale, al servizio dei malati, diseredati ed emarginati della società del suo tempo. radunò attorno a sé delle giovani donne che, senza motivo di lucro, donassero la vita a sollievo dei malati negli ospedali, dove essi giacevano abbandonati a loro stessi. Nacquero così, il 16 maggio 1821, all'interno dell'ospedale San Giovanni in Roma, con regole proprie, le Suore Ospedaliere della Misericordia.

  Censimento a cura di  Marina Convertino  

INFORMATIVA COOKIE

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa sull’uso dei cookie..

Cliccando “accetto” o accedendo a qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.