Roma - IX Municipio

 

TOTALE STRADE / VIE / PIAZZE / ETC.: 1.290
INTITOLATE A UOMINI: 712
INTITOLATE A DONNE: 50
CRITERI DI CLASSIFICAZIONE DELLE STRADE INTITOLATE A DONNE
Madonne (Immacolata, Beata Vergine, Santa Maria etc.): 4
Largo Santa Maria dell’Evangelizzazione
Piazza Beata Vergine del Carmelo
Via Beata Vergine del Carmelo
Via Santa Maria in Fumarola
Sante, beate, martiri: 5
Via Beata Savina Petrilli
Via di Santa Felicola
Via di Santa Fumia
Via Santa Giovanna Antida Thouret
Via Santa Serena
Suore e benefattrici religiose, benemerite, fondatrici ordini religiosi e/o enti assistenziali-caritatevoli: 1
Via Caterina Troiani
Benefattrici laiche, fondatrici enti assistenziali-caritatevoli: --
Letterate / umaniste (scrittrici, poete, letterate, critiche, giornaliste, educatrici, pedagoghe, archeologhe, papirologhe...): 12

Piazzale Elsa Morante
  Via Alinda Bonacci Brunamonti
 Via Anna Banti
Via Anna Franchi
Via Clarice Tartufari
Via Irina Alberti
Via Margaret Mead
Via Matilde Serao
Via Olga Ossani
Via Paola Drigo
  Via Woolf
Via Maria Bellonci

Scienziate (matematiche, fisiche, astronome, geografe, naturaliste, biologhe, mediche, botaniche, zoologhe...): 2
Via Pia Nalli
Via Rita Brunetti
Donne dello spettacolo (attrici, cantanti, musiciste, ballerine, registe, scenografe...): 12
Via Ebe Stignani
Via Edith Piaff
Via Elsa Merlini
Via Greta Garbo
Via Ingrid Bergman
Via Isa Miranda
Via Italia Almirante Manzini
Via Lina Volonghi
Via Marilyn Monroe
Via Paola Borboni
Via Pina Menichelli
Via Silvana Mangano
Artiste (pittrici, scultrici, miniaturiste, fotografe, fumettiste...): 5
Largo Amalia Camboni
Largo Sorelle Giussani
Largo Tea Bertasi Bonelli
Via Lina Buffolente
Via Olga Biglieri 

Figure storiche e politiche (matrone romane, nobildonne, principesse, regine, patriote, combattenti della Resistenza, vittime della lotta politica / guerra / nazismo, politiche, sindacaliste, femministe...): 9
Via Abigaille Zanetta
Via Emanuela Loi
Via Ersilia Majno Bronzini
Via Iris Versari
  Via Linda Malnati
Via Norma Cossetto
Via Vera Vassalle
Viale Anna La Barbera
Via Sorelle Radecchi
Lavoratrici / imprenditrici / artigiane: --
Figure mitologiche o leggendarie, personaggi letterari: --
Atlete e sportive: --
Altro (nomi femminili non identificati; toponimi legati a tradizioni locali, ad es. via delle Convertite, via delle Canterine, via della Moretta, via delle Zoccolette; madri di personaggi illustri...): --

Fonti: SITO (Sistema informativo toponomastica) http://www.comune.roma.it/sito/cittadino.html 
dati aggiornati da Barbara Belotti gennaio 2018

Toponomastica femminile a Roma - IX Municipio

di Anna Altobelli


N.B.: per comodità di lettura, ho inserito alcuni cenni biografici, riferiti ai personaggi femminili meno noti, a fondo pagina.

Il IX Municipio di Roma occupa la zona Sud-Sud Ovest della città, e comprende, oltre ai quartieri EUR, Giuliano Dalmata, Laurentino, Cecchignola e Torrino, compresi all’interno del G.R.A., quartieri di più recente formazione e tuttora in espansione, che si snodano lungo le Vie Cristoforo Colombo e Pontina, come Spinaceto, Vallerano, Castel di Leva, Tor de’ Cenci, Decima e Trigoria. Muovendoci dal centro alla periferia, incontriamo una prima zona in cui le vie intitolate a donne sembrano in netta maggioranza (forse un esempio unico): il cuore della Cecchignola, zona militare compresa fra le vie Ardeatina e Laurentina, nata per ospitare gli operai impegnati nell’allestimento dell’Esposizione Universale Roma (EUR), e poi utilizzata come acquartieramento per i soldati americani sbarcati ad Anzio. Qui, un dedalo di vie disposte a quadrato sono intitolate rispettivamente a: Linda Malnati (1), Ersilia Maino Bronzini (2), Margaret Mead (3), Vera Vassalle (4), Abigaille Zanetta (5), Beata Savina Petrilli (6) e Santa Giovanna Antida Thouret (7).
Spostandoci in zona Laurentina, troviamo un quartiere che fiancheggia il lungo Viale Ignazio Silone (tristemente famoso per il degrado culturale che lo caratterizza, in particolare dal punto di vista dell’emarginazione giovanile) dove le strade sono intitolate ai più importanti scrittori italiani. Qui troviamo un Piazzale dedicato ad Elsa Morante (8) e, proseguendo lungo Via Silone tra le viuzze laterali e senza uscita, una Via Alinda Bonacci Brunamonti (9) e una Via Paola Drigo (10); infine, superata via Silone, in quartiere adiacente dove vi sono strade intitolate a scrittori stranieri (indicati solo con il cognome), una Via Woolf (11). Spostandoci più a sud, nella zona dell’Acqua Acetosa, troviamo una Via Anna Banti (12) e, nel quartiere Torrino ad ovest della via Pontina, una Via Caterina Troiani (13). Proseguendo a sud, oltre il G.R.A., incontriamo la zona urbanistica compresa fra il Raccordo Anulare, via Cristoforo Colombo e Via di Mezzocammino. Qui, nel 2009, è stato inaugurato il Parco dei Fumetti, una zona verde dedicata ai bambini e alle bambine, diviso in varie sezioni, ciascuna delle quali è dedicata a un personaggio dei fumetti; qui esistono due “larghi” e una via intitolati a donne legate al mondo del fumetto: Largo Tea Bertasi Bonelli (14) e Largo Sorelle Giussani (15) e via Lina Buffolente (16). Pochi isolati più lontano, in un quartiere dedicato agli scultori, troviamo Largo Amalia Camboni (17).
Attraversando la Via Cristoforo Colombo in direzione della Via Pontina, troviamo un quartiere di relativamente recente costruzione, Casal Brunori. Qui le vie sono intitolate ai partigiani immolatisi durante la seconda guerra mondiale e, fra queste, figura una Via Iris Versari (18).
Da Casal Brunori si entra nel quartiere Spinaceto, nato a metà degli anni Sessanta e che, a dispetto del progetto originario, manca quasi completamente di centri di ritrovo culturale: questo triste “quartiere-dormitorio”, che si snoda per circa 2,5 Km lungo il Viale dei Caduti per la Resistenza, presenta una toponomastica quasi interamente dedicata ai caduti della seconda guerra mondiale e annovera una sola presenza femminile, Viale Anna La Barbera (19).
Da Spinaceto, proseguendo verso sud, si entra direttamente nel quartiere Tor de’ Cenci, classificata come 28° zona dell’Agro Romano, originata da un antichissimo insediamento romano molto limitato perché la zona era prevalentemente paludosa. Successivamente, nella prima metà del ‘900, sorse qui un piccolo quartiere, costituito da villette per lo più abusive, circondate da orti e graziosi giardini; oggi la zona, notevolmente riqualificata, si estende fino alle tenute di Decima e Castelporziano. Qui le vie intitolate a donne sono cinque: troviamo Via Elsa Merlini (20) e Via Isa Miranda (21), in un quartiere di nuova costruzione dedicato agli attori collocato fra Tor de’ Cenci e il Villaggio Azzurro; e, poco più avanti, nella zona dedicata ai cantanti lirici, Via Ebe Stignani (22). Seguono poco lontano due vie intitolate a scrittrici e giornaliste: Via Olga Ossani (23) e Via Matilde Serao (24). A completare il quadro toponomastico del XII Municipio, si segnala un discreto contributo alle presenze femminili nella zona Sud del nuovo quartiere Valleranello, ad Est di Spinaceto e della Via Pontina. Qui c’è un quartiere quasi interamente dedicato a protagoniste del mondo dello spettacolo internazionale: si susseguono Via Ingrid Bergman (25), Via Greta Garbo (26), Via Marilyn Monroe (27), Via Silvana Mangano (28), Via Paola Borboni (29) Via Lina Volonghi (30), e due vie dedicate ad attrici del cinema muto, Via Pina Menichelli (31) e Via Italia Manzini Almirante (32); figura anche una Via Edith Piaf (33), la nota cantante francese.
Segnaliamo inoltre una via Clarice Tartufari (34) nel quartiere Castel di Decima, a Castel di Leva due vie dedicate a matematiche, Pia Nalli (35) e Rita Brunetti (36).
Di recente istituzione (2013) sono le strade dedicate a Irina Alberti (37) e Norma Cossetto (38).
Altre strade sono dedicate a nomi ispirati alla tradizione cattolica: Largo Santa Maria Stella dell’Evangelizzazione, quartiere Torrino che prende il nome dall’adiacente chiesa parrocchiale, inaugurata nel 2006; viale e piazza Beata Vergine del Carmelo, quartiere residenziale Mostacciano, anch’esse riferite alla Chiesa parrocchiale che sorge nel quartiere; Via di Santa Felicola, zona Ardeatina-Castel di Leva, vergine e martire romana vissuta nel I secolo d.C.; Via Santa Serena, zona Mandriola-Trigoria, presunta moglie cristiana dell’imperatore Diocleziano che, secondo la leggenda, fu ripudiata e mandata al martirio dall’imperatore stesso; Santa Fumia, nome corrotto di S. Eufemia, e Santa Maria in Formarola da una cappella dedicata alla Vergine.

1. Linda Malnati (1855 - 1921), sindacalista, esponente del movimento operaio femminile a Milano, maestra comunale e sostenitrice del diritto al voto e al lavoro delle donne.
2. Ersilia Maino Bronzini (1859 - 1933), esponente dell’Unione Femminile milanese fondata nel 1899, fondatrice di un asilo per le ragazze abbandonate o a rischio di prostituzione.
3. Margaret Mead (1901 - 1978), celebre antropologa statunitense, autrice di numerosi studi sulla sessualità, condotti fra le popolazioni della Nuova Guinea e delle isole Samoa.
4. Vera Vassalle (1920-1985), partigiana e medaglia d’oro della Resistenza.
5. Abigaille Zanetta (1875 - 1945), sindacalista, maestra piemontese, donna di idee socialiste e convinta antimilitarista.
6. Beata Savina Petrilli (1851 - 1923), religiosa italiana fondatrice delle Sorelle dei Poveri di Santa Caterina da Siena, benemerita dell’assistenza.
7. Santa Giovanna Antida Thouret (1765 - 1826), fondatrice della congregazione Suore della carità.
8. Elsa Morante (1912 - 1985), scrittrice.
9. Alinda Bonacci Brunamonti (1841 - 1903), poetessa di origine umbra, unica donna ammessa, nel 1860, a votare per l’annessione dell’Umbria e delle Marche al Piemonte.
10. Paola Drigo (1876 - 1938), scrittrice italiana di origine veneta.
11. Woolf, Virginia Woolf (1882 - 1941), scrittrice.
12. Anna Banti (1895 - 1985), pseudonimo di Lucia Lo Presti, scrittrice toscana, autrice, fra l’altro, di un romanzo intitolato alla pittrice Artemisia Gentileschi.
13. Caterina Troiani (1813 - 1887), religiosa, fondatrice di un ordine francescano presso la città del Cairo, e responsabile della creazione di sette case d’accoglienza in Egitto, per l'educazione e l’assistenza alle bambine abbandonate.
14. Tea Bertasi Bonelli (1911 - 1999), moglie di Gian Luigi Bonelli (noto creatore di Tex Willer e Dylan Dog), che rilevò e proseguì l’attività del marito, improvvisandosi vignettista ed editrice, negli anni della seconda guerra mondiale.
15. Le Sorelle Giussani, milanesi, creatrici del famoso fumetto ‘Diabolik’; Angelica (1922 - 1987), Luciana (1928-2001).
16. Lina Buffolente (1924 - 2007), fumettista.
17. Amalia Camboni (1913 - 1985), nota scultrice sarda, nata in un paesino in provincia di Cagliari. A lei viene attribuito uno dei tre busti femminili del Pincio, quello dedicato a Grazia Deledda.
18. Iris Versari (1922 - 1944), coraggiosa figura di partigiana che sacrificò la sua vita per salvare i propri compagni in fuga. Fu decorata con medaglia d’oro della Resistenza.
19. Anna La Barbera (1947 - 2002), nota attivista romana, consigliera dei Verdi, prematuramente scomparsa che nella sua qualità di accesa ambientalista e animalista si battè, in particolare, per la creazione del vicino parco Laurentino - Acqua Acetosa.
20. Elsa Merlini (1903 - 1983), attrice.
21. Isa Miranda (1905 - 1982), attrice.
22. Ebe Stignani (1904 - 1974), mezzosoprano italiana.
23. Olga Ossani, scrittrice e giornalista, vissuta a cavallo fra Ottocento e Novecento, impegnata in molte battaglie a favore dell’emancipazione femminile.
24. Matilde Serao (1856 - 1927), giornalista e prima donna italiana ad aver fondato un quotidiano, il ‘Giorno’ di Napoli.
25. Ingrid Bergman (1915 - 1982), attrice.
26. Greta Garbo (Greta L. Gustalsson, 1905 - 1990), attrice.
27. Marilyn Monroe (Norma Jean Baker o Mortenson, 1926 - 1962) attrice.
28. Silvana Mangano (1930 - 1989), attrice.
29. Paola Borboni (1900 - 1995), attrice.
30. Lina Volonghi (1916 - 1991), attrice.
31. Pina Menichelli (1890 - 1984), attrice.
32. Italia Almirante Manzini (1889 - 1941), attrice.
32. Edith Piaf (1915 - 1963), cantante.
33. Clarice Tartufari (1868 - 1933), poetessa e scrittrice romana.
34. Pia Nalli (1886 - 1964), matematica.
35. Rita Brunetti (1890 - 1942), fisica.
36. Irina Alberti (1924 - 2000), giornalista e dissidente russa.
37. Norma Cossetto (1920 - 1943), vittima delle foibe
 
Di recente istituzione sono via Sorelle Radecchi, uccise nelle foibe nel 1943, via Maria Bellonci (1902-1996), via Olga Biglieri (1915-2002) pittrice futurista, Via Emanuela Loi (1967-1992) poliziotta uccisa nella strage di via D'Amelio a Palermo.

Sempre nel IX municipio troviamo 2 giardini, di cui uno dedicato ad uomo, 6 parchi, di cui 2 dedicati ad uomini e 1 ad una donna, Adelaide Coari (1881 - 1966), maestra e pedagogista.


 

 

INFORMATIVA COOKIE

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa sull’uso dei cookie..

Cliccando “accetto” o accedendo a qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.