campania-na-castellammaredistabia

TOTALE STRADE / VIE / PIAZZE / ETC.: 310
INTITOLATE A UOMINI: 133
INTITOLATE A DONNE: 14
CRITERI DI CLASSIFICAZIONE DELLE STRADE INTITOLARE A DONNE
Madonne (Immacolata, Beata Vergine, Santa Maria etc.): 2
Madonna della Libera (via)
 
Santa Maria dell'Orto (via)
Sante, beate, martiri: 6
Sant'Anna(vico)
Sant'Anna (vico I)
Santa Caterina (via)
Santa Caterina (vico I)
Santa Caterina (vico II)
Maddalena (via) 
Suore e benefattrici religiose, benemerite, fondatrici ordini religiosi e/o enti assistenziali-caritatevoli: 1
 
Suor Maria Maddalena (piazzale)
Benefattrici laiche, fondatrici enti assistenziali-caritatevoli: --
Letterate / umaniste (scrittrici, poete, letterate, critiche, giornaliste, educatrici, pedagoghe, archeologhe, papirologhe...): 1
Aganoor Vittoria (via) 
Scienziate (matematiche, fisiche, astronome, geografe, naturaliste, biologhe, mediche, botaniche, zoologhe...): --
Donne dello spettacolo (attrici, cantanti, musiciste, ballerine, registe, scenografe...): --
Artiste (pittrici, scultrici, miniaturiste, fotografe, fumettiste...): --
Figure storiche e politiche (matrone romane, nobildonne, principesse, regine, patriote, combattenti della Resistenza, vittime della lotta politica / guerra / nazismo, politiche, sindacaliste, femministe...):

2
Principessa Mafalda (via)
Regina Margherita (via)

Lavoratrici / imprenditrici / artigiane: 1
Mammane (vico)
Figure mitologiche o leggendarie, personaggi letterari: --
Atlete e sportive: --
Altro (nomi femminili non identificati; toponimi legati a tradizioni locali, ad es. via delle Convertite, via delle Canterine, via della Moretta, via delle Zoccolette; madri di personaggi illustri...):

1
 
Amalia Brambilla (via)

Popoloso comune della provincia di Napoli, con un glorioso passato legato all’attività del Cantiere navale, presenta uno stradario datato e risalente ai primi anni Ottanta. Ci tengo a segnalare che le gentili aggiunte autografe di un solerte vigile urbano non riguardano – ahimè – strade intitolate a donne ma a luoghi. Procedo con metodo nella lettura e successiva analisi dei dati e rilevo che nel comune stabiese si trova un totale di ben 310 strade. Di queste, la stragrande maggioranza è intitolata ad uomini: personaggi storici di epoca romana, scrittori e compositori locali, pittori, religiosi, eroi risorgimentali. Senza alcuna soluzione di continuità, si spazia da Dante Alighieri a Totò, passando per i primi presidenti della Repubblica, per finire coi santi. Particolare la dedica di certe vie ad alcuni mestieri: Via dei Canottieri, Via dei Mugnai, Via del Pescatore; come pure quelle che riportano semplicemente la dicitura di Via Nuova o di Vico Nuovo (scelte ben poco fantasiose) oppure quelle dedicate all’Europa (intesa come Continente e non credo come ninfa) e alla Pace, all’Unità d’Italia, al Varo (dall’antica tradizione marinara). 
Per quanto riguarda le figure femminili posso dire che ce ne sono 14 a cui sono state dedicate strade, non solo periferiche, ma anche piuttosto centrali.

Aganoor Vittoria
: (1855-1910) poetessa;
Brambilla Amalia: sullo stradario non ci sono note che la riguardano, forse dovrebbe essere la figlia del compositore Paolo e la moglie del cantante Giovanni Battista Verger;
Maddalena: verosimilmente dedicata alla Maddalena del Nuovo Testamento;
Madonna della Libera: venerata in un santuario locale;
Mammane: un mestiere molto apprezzato e tipicamente femminile quello della mammana (levatrice);
Principessa Mafalda: (1902-1944) figlia di Vittorio Emanuele III di Savoia e sorella di Umberto II, fu deportata dai tedeschi e morì in seguito alle ferite ricevute a causa di un bombardamento che distrusse la baracca dov’era rinchiusa nel lager di Buchenwald sotto falso nome;
Regina Margherita: (1851-1926) moglie del re Umberto I e prima regina d’Italia;
Sant’Anna: madre di Maria, sposa di Gioacchino;
Santa Caterina: (1347-1380) mistica e santa italiana, patrona d’Italia;
Santa Maria dell’Orto: venerata in una piccola chiesa che sorge proprio in questa strada;
Starace Suor Maria Maddalena: (1845-1921) religiosa e prima beata stabiese, fondatrice delle Suore Compassioniste Serve di Maria.

  Censimento a cura di Daniela Astrea

INFORMATIVA COOKIE

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa sull’uso dei cookie..

Cliccando “accetto” o accedendo a qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.