Wikimedia Italia - Toponomastica femminile

Logo Tf wkpd

 Nell'enciclopedia online Wikipedia mancano molte voci legate alla cultura femminile e basso è anche il numero di donne che vi scrivono. La collaborazione tra Toponomastica femminile e Wikimedia Italia ha proprio l'obiettivo di ridurre il Gender Gap presente, incrementando la quantità e qualità di voci su donne e tematiche femminili, attraverso una formazione di base frontale e a distanza per associate e associati. Si prevedono pertanto incontri di scrittura collettiva di voci in cui chi partecipa sarà guidata alla compilazione di nuove voci, alla traduzione di voci esistenti in altre lingue, all’ampliamento di biografie, all’inserimento di immagini.

 
 CONVENZIONE TRA

Toponomastica femminile, e WIKIMEDIA Italia

 

 

DONNE DI PENNA E PENSIERO SULLE STRADE DEL MONDO 

La mostra intende testimoniare la dimensione storica del pensiero e della scrittura femminile, dell’emancipazione della donna, del suo coraggio e della sua intelligenza. E racconta la chiarezza e, nel contempo, la complessità dei linguaggi da loro usati, il loro impegno civico, la loro sensibilità. Lo sguardo di donna testimonia un modo differente di abitare e raccontare il mondo, uno sguardo non neutrale, sganciato dai canoni dello sguardo maschile, desideroso di superare il varco che la cultura di una sola parte dell’umanità ha voluto imporre.

                                letterate1letterate2letterate3

L’UNIVERSO FEMMINILE TRA STORIA E POLITICA 

Il nostro passato, così come il presente, è ricco di donne che hanno contribuito a scrivere pagine importanti della storia dell’umanità, offrendo il loro genio per il progresso sociale, partecipando attivamente alla vita politica, lanciandosi in imprese rivoluzionarie. Questa mostra vuole rendere omaggio alle tante donne, spesso sconosciute, che hanno lasciato il segno, sia in Italia che nel mondo, contribuendo a cambiare il corso degli eventi: protagoniste indiscusse, accanto a figure rimaste nell’ombra, oscurate dalla presenza ingombrante di notevoli compagni. Donne forti, coraggiose, che attraverso le loro azioni hanno influenzato le sorti di nazioni e popoli, donne sicure di sé, che hanno affrontato pericoli e talvolta la morte, pur di difendere i loro ideali, improntati sempre ai valori della solidarietà, della tolleranza, dell’impegno civico.

                   STORICHE

DONNE E ARTI 

                                44972131 2205912259620459 3864400621327089664 nartiste2artiste3

Questa mostra va a contrastare un’immagine della donna non rispondente alla realtà, solitamente confinata allo stereotipo che la lega al mondo domestico o al ruolo seduttivo. Vuole invece diffondere una rassegna della ricchezza di risorse che le donne hanno apportato in tutti i settori dell’arte con la loro creatività. I valori, le immagini, le sensazioni che le donne hanno prodotto e producono attraverso l’arte non sono ancora oggi abbastanza conosciuti. E’ necessario, dunque, favorire la diffusione dell’arte delle donne, promuovendone la visibilità; sia per offrire alle nuove generazioni modelli reali in cui riflettersi, per rafforzare la stima di sé e del proprio genere, sia per dare vita a un nuovo immaginario femminile, che ci faccia comprendere la particolare visione del mondo offerta dagli occhi delle donne.

artiste4

 


Toponomastica femminile a Bruxelles
con una sezione della mostra sulle musiciste.

               



Note femminili 
illustra, nei suoi pannelli biografici, una parte significativa del mondo musicale cancellata dalla storiografia europea dell’Ottocento. Compositrici e musiciste sono infatti indicatrici di un’identità sociale discriminatoria e misogina che ha negato alle figure femminili ogni visibilità e memoria. Eppure le donne sono state attive nelle arti, autorevoli e stimate.


   
musiciste1         musiciste2

 

La mostra ripercorre i secoli, a partire dal tempo lontano delle trovatrici, per arrivare ai nostri giorni, restituendo i dovuti onori a centinaia di artiste; attraversa i territori europei, seguendo la lenta e discontinua evoluzione della civiltà musicale che muove i suoi centri nevralgici di città in città, di Paese in Paese; sconfina oltreoceano, dove le musiciste del Novecento trovano finalmente un terreno fertile, e raggiunge il continente nero, in cui le grandi protagoniste dell’emancipazione musicale femminile hanno ottenuto anche un peso politico e un ruolo attivo all’interno delle società di appartenenza.

                 musiciste3         musiciste4

 

                                                       

 

 giuste1giuste2giuste3

Le Giuste

In ogni tempo e in ogni luogo molte donne, anche a rischio della vita, hanno salvato esseri umani oggetto di persecuzione, hanno denunciato e lottato contro soprusi e ingiustizie, in difesa di un ideale superiore di dignità e umanità.

La mostra raccoglie quaranta di questi nomi, scelti tra i tanti da ragazze e ragazzi in età scolastica, e ne racconta il coraggio, l’ambito, il contesto geografico e temporale, per offrire alle giovani generazioni modelli di valore e di coerenza.

 Stem.02.8 01

Solo negli ultimi tempi gli storici hanno ampliato lo sguardo per comprendere gli sforzi scientifici compiuti dalle donne e le conquiste ottenute nonostante gli ostacoli e gli impedimenti che hanno dovuto superare per farle accettare. Escluse dalla formazione scientifica formale, hanno cominciato a essere ammesse prima in società erudite e di studio, poi nelle Università solo negli ultimi secoli. Eppure hanno contribuito in maniera significativa allo sviluppo scientifico fin dall'antichità, dalla medicina alla matematica, dalla botanica all’astronomia, dalla zoologia alla fisica, non c’è stato campo della conoscenza umana che non le abbia viste studiose interessate e acute osservatrici.

Sottocategorie

 

 

 Wikimedia Italia - Toponomastica femminile

    Logo Tf wkpd

 

CONVENZIONE TRA

Toponomastica femminile, e WIKIMEDIA Italia