Beacon waves - Fare radio a scuola

Progetto prof. Angela Milella

Regione Emilia Romagna

Modena

Liceo artistico A. Venturi

Liceo musicale C. Sigonio

 

Regione Lombardia

Milano

I. C. J. Barozzi

Classi 1h, 2a, 2e, 2b, 2f, 3d, 3e

Docente referente: Daniela Lippera

 Il progetto, nato con la quarta edizione concorso Sulle vie della parità e presentato al V convegno nazionale di Toponomastica femminile (Napoli, novembre 2015), serve a potenziare le competenze degli studenti nella pratica e nella cultura musicale, nel cinema, nelle tecniche e nei media di produzione e diffusione delle immagini e dei suoni anche mediante il coinvolgimento di altri istituti pubblici e privati operanti in tali settori.

I radioviaggi utilizzati per Toponomastica femminile sono trasmissioni radiofoniche che portano l’ascoltatore a percorrere nuove rotte, a scoprire nuove località (topos) tramite la voce degli speakers che nominano attraverso lo studio dei nomi (onomastica),  raccontano, spiegano, descrivono i luoghi che attraversano. Sono programmi ad alto contenuto culturale, adatti alla produzione di strumenti  didattici utili anche per l’inclusione scolastica di ipo e non vedenti. Inoltre, sono un ottimo metodo per ridurre la dispersione scolastica e favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro.

Le trasmissioni radio, realizzate a Modena e a Milano, costituiscono oggi una delle sezioni della quinta edizione del concorso Sulle vie della parità. 

Ecco alcune protagoniste degli show: Alda Merini, Alessandrina Ravizza, Fernanda Wittengs, Giulietta Pezzi, Maria Callas, Veronica Gambara...

Si invitano altre città e altre scuole a partecipare.

Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Didattica Veneto

 

Le loro voci

ROVIGO.copertina Didattica

Guidate dalla prof. Rosanna Beccari, le classi del Liceo Scientifico Statale “P. Paleocapa” di Rovigo, che da tre anni partecipano con merito al Concorso nazionale “Sulle vie della parità”, sono riuscite a creare una rete di attenzione cittadina e interesse istituzionale sulle tematiche della Tf. Ultima trovata, sostenuta dalla Fondazione della Banca del Monte di Rovigo, è un percorso ciclo-pedonale di genere, dotato di QrCode interattivi, da cui si risale alle biografie delle protagoniste, alla mappa dell’itinerario e alla presentazione del progetto, con possibilità di interazione sui social network.

(https://rovigoitinerariodigenere.wordpress.com/)