Camera d'autrice 

 

cameradoppiloghi

 

 

Camera d'autrice è un'iniziativa di Toponomastica femminile indirizzata alle strutture ricettive del Paese.

Locandiere, direttrici, conduttori e conduttrici di alberghi che condividono i temi delle pari opportunità e intendono valorizzare l’ingegno femminile, dedicano una serata, e intitolano una delle loro camere, a una letterata, preferibilmente collegata al territorio. Le/gli ospiti troveranno all’interno della stanza libri, foto e richiami alla figura e all’opera della scrittrice in questione.

 

Hotel Giulia - Una Camera per Alda   

 

immagine hotel giulia

 

La prima intitolazione ha avuto luogo in Versilia il 16 settembre 2017, grazie alla sensibilità di Cristiana Gemignani, proprietaria dell’hotel Giulia. L'albergo, affacciato sul lungomare di Lido di Camaiore, ha una tradizione femminile di generazioni.

La scelta letteraria è ricaduta su Alda Merini, che vinse il Premio Viareggio nel 1996, con “Ballate non pagate” (1996) e il Premio Camaiore con “Superba è la notte”(2000).

Ma non è questo il solo motivo. Alda era una donna al di sopra di certe convenzioni. Forte, libera e profonda, proprio come il mare sul quale si affaccia la finestra della stanza a lei dedicata.

La “sua” camera profuma di acqua salata e degli aromi trascinati dal vento, dal quale amava farsi pettinare, i libri aperti sul tavolino rievocano il suono della sua voce e il suo ritratto riflette il volto di una donna dai forti contrasti. Come tante di noi.

     Hotel Giulia.Merini  Merini ridotta   Giornale 16 09 2017.contrastato

 

Hotel Olimpia - Una Camera per Anna         

 

una camera per Anna

 

L'Hotel Olimpia, storica struttura di Imola gestita dalla famiglia Lanzarini, nell’ottobre 2017 ha intitolato una suite ad Anna Kuliscioff, rivoluzionaria, anarchica, socialista internazionalista, ma soprattutto femminista.

Cara alla città di Imola è la figura di Anna, compagna dell’imolese Andrea Costa, prima anarchico poi fondatore del Partito Socialista; dalla loro unione nacque la figlia Andreina.

La sua presenza è ricordata in tutta l’Emilia, che le ha intitolato strade e parchi in numerosi comuni, Imola inclusa. Ma il suo nome compare nell’odonomastica cittadina di tante altre regioni italiane: strade e piazze a lei dedicate s’incontrano in Lombardia, Piemonte, Veneto, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Campania e Calabria…

In questa città Anna trascorse alcuni dei momenti più belli della sua vita. Lungo il tratto imolese della via Emilia soleva passeggiare ed è ancora qui che oggi la ritroviamo, nelle foto e nelle carte che impreziosiscono la sua suite.

                   Foto camera Anna completa evento Anna Imola  articolo.Kuliscioff  

 

B&B Alle Zagare - Una Camera per Emma

 

Una camera per Emma.001

 

 

Il B&B Alle Zagare di Refrontolo (TV) ha intitolato il 16 marzo 2019 una camera alla pittrice Emma Ciardi. Nota per i suoi inconfondibili paesaggi dal tratto veloce e le figure del Settecento in movimento, è vissuta dal 1879 al 1933.

Dedicò la sua vita all’arte, girando il mondo e portando con sé il suo parlare veneziano, come scrive Myriam Zerbi nel volume monografico e curatrice dell’allestimento della camera. La pittrice ha trascorso qui, tra i colli della Marca Trevigiana, alcuni anni della sua vita ed è pertanto risultato naturale proporre all’attuale proprietà della Villa, l’intitolazione della camera.

L’ambiente, arredato con mobili primi ‘900 e raffinata biancheria ricamata, ospita un percorso iconografico contenente copie di scritti autografi, ritratti fotografici e testimonianze di contemporanei. https://vitaminevaganti.com/2019/03/23/refrontolo-emma-ciardi/

Emma Ciardi 2 Emma Ciardi targacamera

 

 

 

La sezione  Iniziative è uno spazio multiforme e in continuo divenire.

Multiforme perché diversi sono i linguaggi di comunicazione, le occasioni di confronto e approfondimento, le ricerche espressive utilizzate.
In continuo divenire perché ri-scoprire la storia delle donne è un percorso senza confini che si arricchisce di volta in volta di sollecitazioni, creazioni e impegni.

 

striscia INIZIATIVE

 

 

 

 

Convegni Nazionali

 

  Convegno Nazionale                                    VI Convegno Nazionale                                    VII Convegno Nazionale

 locandine 4 5 6567convegni

                                                                                      

                                                                                         I Convegno Nazionale

 

II Convegno Nazionale                                     III Convegno Nazionale                                  IV Convegno Nazionale

 3 locandine con filo bianco234convegno

I Salotti letterari organizzati da Toponomastica femminile si ispirano a quelli in cui le aristocratiche del passato raccoglievano gli intellettuali del loro tempo, ma sono reinterpretati allo scopo di valorizzare la fusione tra le élite popolari e le élite culturali. Per questo gli spazi allestiti somigliano più a dei bar, insomma a luoghi di ritrovo decisamente popolari.

29 marzo 2014 - la Libreria delle donne di Firenze inaugura la mostra di Toponomastica femminile Donne di penna e di pensiero sulle strane del mondo, con una relazione di Maria Pia Ercolini sull’odonomastica a Firenze, in Toscana, in Italia e nel mondo. La mostra è rimasta esposta in libreria per tre settimane: è il primo caso di salotto toponomastico.

                               salotto Firenze          saloto Firenze 2       

8 marzo 2017 -  letture da Le mille: i primati delle donnne, di Ester Rizzo - Lodi,  libreria Sommaruga - Letture ad alta voce di biografie di donne che per prime hanno realizzato un progetto, hanno ottenuto un riconoscimento, un'onorificenza, un incarico politico o lavorativo, un titolo di studio. Quelle che per prime si sono cimentate in mestieri e professioni di esclusivo dominio degli uomini, sfidfando coraggiosamente pregiudizi e tabù: dalla scienza alla politica, dal giornalismo all'arte, dallo sport alla religione, dalle viaggiatrici alle premio Nobel...   

                                                                                                  8 marzo lodi

5 Novembre 2017 - Macro, Testaccio, Roma. Nell’ambito della manifestazione organizzata da SuLLeali contro la violenza sulle donne SIGNORI E SIGNORE... ingresso libero dalla violenza, al FACTORY - Spazio Giovani di Roma Capitale, si è svolto il salotto letterario, organizzato da Toponomastica femminile, con tavoli e sedie come in un caffè. In una delle sale del complesso culturale romano, arredata con le foto delle intitolazioni a scrittrici e poetesse appese con mollette, come panni di un singolare bucato, si sono susseguite letture tratte da testi di Simone de Beauvoir, Virginia Woolf, Grazia Deledda, Sibilla Aleramo e ancora altre che hanno lasciato il segno nella letteratura. Nell’ampio vano centrale sono stati esposti i pannelli di un’altra mostra di Toponomastica femminile, il Viale delle Gi

locandina salotto macro

                                                                        Macro salotto             macro. salotto2

   

16 dicembre 2017 - salotto letterario, Biblioteca Moby Dick, Garbatella - Roma - In tante si alternano al centro delle sala, leggendo brani scritti da romanziere, filosofe, scienziate o politiche.

               Moby Dick 1           Moby dick2    Moby Dick. 3. jpg

8 marzo 2018 -  lettura di brani da Camicette bianche, ITE Bassi, Lodi, in occasione di una lettura scenica dal titolo Voci di donne

17 marzo 2018 - Salotto letterario all’antica gelateria Fassi, Roma

               FASSI 1     Fassi 2       fassi. 3. jpg

7 aprile e 17 maggio 2018, Lodi - Lettura animata all'aperto, durante l'iniziativa Riparkiamolo, con la tecnica del kamishibai, del libro Una strada per Rita di M. Grazia Anatra, organizzatrice del concorso "Un premio per l'Europa - Narrare la parità"

                                                       IMG 1198   IMG 1200

25 maggio 2018 - Salotto letterario romano alla biblioteca comunale di Villa Leopardi, Roma. Il tema delle letture è stato  la musica, pretesto per dare voce alla scrittura femminile, colta, popolare, grandi opere o musichette. Dai versi di Saffo alle riflessioni tardo ottocentesche di Matilde Serao, dai pensieri di Virginia Woolf alle parole di Grazia Deledda, Goliarda Sapienza, Alba De Céspedes, Miriam Mafai, Alda Merini e molte altre ancora, ogni brano o verso scelto per la lettura ad alta voce ha avuto come tema il fascino e la suggestione della musica, suonata, ascoltata, evocata, immaginata. Sono state eseguite, dal musicista Massimo Fedeli al pianoforte accompagnato da Mauro Zennaro all’armonica, musiche scritte da donne contemporanee famose: Consuelo Velázquez, Jony Mitchel e Cindy Lauper. La cantautrice Lavinia Taddei ha eseguito alla chitarra brani di sua composizione

               VILLA LEOPARDI. 1     Villa leopardi 2    villa leopardi 3

27 ottobre  2018, Roma  - Incontro sulle lingue e i linguaggi. Letture d'autrice per riflettere insieme, attraverso gli scritti di genere, sulla lingua e sui linguaggi al femminile, Biblioteca Tullio de Mauro, ore 11,00, Municipio II, via Tiburtina n.113 (all'interno di Villa Mercede). Sono presenti Francesca Dragotto, Mariarosa Cutrufelli, Graziella Priulla  

salotto de mauro  

           salotto de mauro3  Salotto De Mauro2  salotto de mauro 1

1 novembre 2018 - Padova - Salotto letterario a tema Le scienziate oggi in Sala Nassiriya, P.zza Capitaniato, in collaborazione con Carla Mastella del Comitato pari opportunità dell'Ordine dei Chimici e dei Fisici, collegata alla giornata internazionale delle Bambine. Presenti alcune bambine e ragazze che hanno letto brani sulle vite di alcune scienziate scelte con animata discussione. 

                 salotto padova1   salotto padova2   salotto padova3

 

Sottocategorie

 

 

 Wikimedia Italia - Toponomastica femminile

    Logo Tf wkpd

 

CONVENZIONE TRA

Toponomastica femminile, e WIKIMEDIA Italia